L’Italia come l’Iran?

Forse il paragone è un po’ forte, però alcuni recenti accadimenti mi fanno pensare a qualcosa di simile.

In questo giorni arrivano infatti notizie inquietanti dal dopo elezioni in Iran che ha visto la rielezione di Mahmoud Ahmadinejad. Sembra che le votazioni siano state caratterizzate da brogli e che le proteste dei sostenitori del candidato avversario Hossein Moussavi siano state represse con arresti e colpi di pistola. Praticamente in Iran è stata vietata ogni forma di manifestazione di dissenso ed ai giornalisti viene impedito di documentare quello che succede minacciando (ed in alcuni casi mettendo in pratica) l’espulsione di chi cerca di filmare gli scontri.

Tutta la comunità internazionale è giustamente scandalizzata e condanna questi comportamenti assolutamente antidemocratici, ma vediamo cosa succede in Italia e precisamente in Abruzzo…

Con una circolare firmata dal vice capo del dipartimento ministeriale, Bernardo De Bernardinis, qualche giorno fa è stato abolita la somministrazione di caffè, cioccolata e vino nelle tendopoli costruite a l’Aquila e nei paesi distrutti dal terremoto, inoltre in precedenza erano state vietate le manifestazioni interne ai campi, con la motivazione che non bisognava turbare la quiete degli ospiti…

Ma ancora non basta, domani è prevista una manifestazione a Roma ed alcuni attivisti del comitato “3e32” avrebbero voluto distribuire dei volantini per invitare la gente a partecipare, ma gli è stato impedito per via di una circolare della direzione della Protezione Civile nella quale si dichiara che il volantinaggio è severamente vietato (è stato impedito anche di fotografare la circolare stessa).

Quindi… analizzando i fatti… viene vietata la possibilità di manifestare e fare volantinaggio ed inoltre viene negata la possibilità di documentare le motivazioni… non notate anche voi qualche analogia?

Fonte: Repubblica.it (articolo sull’Iran)
Fonte: Repubblica.it (articolo sulle manifestazioni a l’Aquila)

Edit (17 giugno 2009): Aggiungo a questa storia una notizia di questa mattina: le autorità iraniane avrebbero intimato ai blog e ai siti internet dei manifestanti di togliere il materiale che può ” creare tensione”… sono quasi le stesse parole usate nei confronti di chi voleva manifestare all’interno delle tendopoli…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: